Struttura dell'impianto KNX

Struttura impianto bus KNX

Lo standard prevede per l'implementazione del bus l'utilizzo di diversi mezzi trasmissivi ed utilizzabili anche in combinazione a seconda della particolare applicazione: cavo a conduttori intrecciati, onda convogliata, radiofrequenza ed ethernet

A differenza degli impianti tradizionali nei quali i dispositivi sono interconnessi fisicamente gli uni agli altri, in un impianto KNX essi sono associati logicamente. Pertanto elementi di natura diversa possono "comunicare" tra di loro, anche se non sono fisicamente collegati tra di loro. E' sufficiente che essi siano attestati sul bus e che ciascuno abbia associati, in programmazione, l'indirizzo che lo identifica univocamente nell'impianto e la tabella degli indirizzi di gruppo d'appartenenza.

Ogni evento che va a modificare lo stato di un dispositivo, quale ad esempio la pressione di un pulsante luce, genera un cosiddetto "telegramma" d'informazione che si propaga attraverso tutto il bus e specifica :

• il tipo di grandezza che rappresenta

• il valore di tale grandezza

• l'indirizzo del gruppo di appartenenza della sorgente del telegramma.

Ciascun dispositivo che, ricevendo quel telegramma dal bus, verifica l'appartenenza al medesimo indirizzo di gruppo riportato, andrà a realizzare l'azione indicata nel messaggio.

Così, a puro scopo esemplificativo, la pressione del pulsante posizionato nel corridoio genererà un telegramma che comunicherà all'attuatore dimmer collegato alla luce della specchiera del bagno di accenderla all'80% della massima intensità, all'attuatore on/off della ventola di aerazione di accendersi per 5 minuti e all'impianto audio di selezionare la stazione radio preferita.

Per maggiori informazioni e dettagli è possibile consultare il sito KNX® istituzionale .

Domotica è sinonimo di flessibilità

Gli elementi di campo sono collegati tra di loro mediante il bus KNX in topologia pressoché libera e ciò semplifica notevolmente le fasi installativa e di posa.

Progettando adeguatamente la distribuzione del mezzo trasmissivo all'interno dell'abitazione sarà semplice in futuro far evolvere l'impianto aggiungendo e modificando funzioni, connettendo nuove pulsantiere, sensori, attuatori e apparati. I dispositivi KNX, infatti, possono essere facilmente riprogrammati senza la necessità di ulteriori opere murarie e a tutto vantaggio del contenimento dei costi e della limitazione dei disagi.

Per maggiori informazioni e dettagli richiedete la nostra brochure esplicativa.