FAQ Affidabilità della domotica KNX

Un impianto domotico KNX è affidabile?

Un impianto domotico costituisce per sua natura un concentrato di tecnologia, hardware e software, altamente sofisticata. È quindi lecito per l'utente finale domandarsi se, quando tutti i sistemi operano a pieno regime, potrà essere certo che non si presenteranno problemi di funzionamento e di affidabilità.
Poiché siamo noi i primi a voler dormire sonni tranquilli, possiamo rassicurare i nostri Clienti sul fatto che alla base delle nostre soluzioni stanno una progettazione domotica integrata attenta, una programmazione dei dispositivi accurata, l'utilizzo di prodotti di qualità ed il supporto agli impiantisti durante tutte le fasi di messa in opera.

 

Perché mi hanno sconsigliato la domotica?

La domotica porta con sé elevate aspettative da parte del committente e, perché queste siano adeguatamente soddisfatte, è indispensabile che il progettista domotico che la propone sia tecnicamente preparato, sappia ascoltare e correttamente interpretare i desiderata e, soprattutto, sia in grado di aiutare e consigliare a comprendere cosa è fattibile e cosa non lo è. In caso contrario si andrà incontro alla delusione del Cliente.

La nostra pluriennale esperienza nell'ambito della domotica per la disabilità ci ha insegnato a supportare tutti i nostri Clienti nel completo ciclo di vita del progetto che va dal design iniziale alla messa in opera. Forniamo loro una completa formazione nell'uso di apparati e sistemi domotici e li supportiamo con una valida assistenza tecnica in caso di necessità e qualora desiderino modificare o ampliare gli impianti negli anni a venire.

 

La tecnologia mi spaventa. Riuscirò a gestire la casa domotica?

La nostra esperienza maturata nel campo della domotica applicata alla disabilità ci consente di proporre ai nostri Clienti le migliori soluzioni di home automation totalmente personalizzate.

Grazie ad una progettazione domotica completamente su misura, l'interazione con l'impianto domotico non sarà mai un problema, anche se non si ha grande dimestichezza nell'uso della tecnologia o qualora in casa siano presenti bambini, persone anziane e disabili, poco avvezzi alla tecnologia.

 

Cosa succede in caso di guasto agli impianti integrati?

Come qualunque altro tipo di impianto, anche l'impianto integrato di una casa intelligente ben progettato e realizzato con componenti di qualità è raro che si guasti. Naturalmente non si può escludere a priori che ciò non accadrà mai, perciò è molto importante valutare il livello di rischio che porta con sé la soluzione tecnologica adottata per la domotica, in quanto questa difficilmente potrà essere modificata in futuro a meno di ripetere l'investimento economico. Si può scegliere innanzitutto tra una soluzione di domotica centralizzata rispetto ad una domotica distribuita. Come si intuisce dai nomi stessi:

  • nelle soluzioni centralizzate un'unica centralina domotica comanda gli azionamenti di luci, tapparelle, climatizzazione, ecc. e, in alcuni casi su di essa risiede anche il sistema di supervisione della casa;

  • nelle soluzioni distribuite, e ancora di più negli impianti KNX, ogni elemento dell'impianto quali le pulsantiere, gli attuatori delle luci, delle prese comandate e delle tapparelle, i termostati, ecc. è un dispositivo intelligente a se stante, così come il webserver domotico.

È evidente che, mentre la prima soluzione è molto critica poiché, in caso di guasto alla centralina, il sistema domotico nel suo complesso non sarà più funzionante, nel caso di un impianto domotico distribuito il malfunzionamento di un componente renderà inutilizzabili le sole funzioni ad esso associate, senza compromettere il funzionamento generale del sistema
Va da sé che anche dal punto di vista economico, i costi di ripristino dei due guasti saranno molto diversi, ancora a vantaggio degli impianti smart distribuiti.

 

Cosa succede alla domotica se manca la corrente?

In caso di mancanza di corrente anche l'impianto domotico, come qualunque impianto elettrico, smette di funzionare a meno dei sistemi antifurto che rimangono completamente operativi poiché sono dotati di batterie tampone che garantiscono l'alimentazione in caso di emergenza.

Per evitare guasti e mantenerli funzionanti per il tempo sufficiente al ripristino dell'alimentazione principale, gli apparati domotici ed i sistemi quali l'impianto di videosorveglianza, i sistemi di controllo accessi, il supervisore domotico, i sistemi di sicurezza ed allarme, il modem router devono essere invece collegati ad un sistema di alimentazione di backup (UPS - Uninterruptible Power Supply). Questo dispositivo può garantire il mantenimento in funzione anche per alcune ore, segnalare in remoto tramite email, sms o notifica sul supervisore domotico la caduta dell'alimentazione principale ed il suo ripristino, attivare le procedure di spegnimento controllato degli apparati elettronici in modo che non subiscano i danni dovuti ad improvvisa caduta e ripristino della tensione di rete.
Per quanto riguarda le automazioni elettriche quali tapparelle, finestre, cancelli, basculanti, in caso di mancanza di corrente, queste possono essere sbloccate con meccanismi manuali proprio come accade negli impianti elettrici tradizionali.

 

Cosa accade in caso di guasto al bus domotico?

Il bus domotico è la spina dorsale dell'impianto di una casa intelligente poiché connette tutti i dispositivi di comando, i sensori e gli attuatori (vedere anche la nostra FAQ). Nel sistema domotico il bus, oltre a trasportare i dati scambiati dai componenti dell'impianto, fornisce ad essi l'alimentazione per il funzionamento e pertanto è collegato ad un alimentatore. Se è molto difficile che il cavo bus si possa guastare, è statisticamente più probabile che sia l'alimentatore del bus a smettere di funzionare spegnendo di conseguenza tutti i dispositivi domotici. Per evitare che il manifestarsi di questa situazione comprometta il funzionamento dell'intero impianto, è possibile prevedere un secondo alimentatore di backup da far intervenire in caso di necessità.
In alternativa è possibile utilizzare attuatori domotici per l'azionamento di luci, prese ed automazioni provvisti di comando manuale a bordo: in caso di guasto al bus domotico o al suo alimentatore, le pulsantiere domotiche a parete, i termostati ed i sensori non sarebbero funzionanti, ma quantomeno si potrebbe sopperire alla situazione di emergenza agendo sui pulsanti manuali degli attuatori.

 

Cosa succede se KNX non produce più i dispositivi domotici?

KNX è un Consorzio, non un produttore di dispositivi. Il fatto che i dispositivi KNX sono realizzati da oltre 100 Aziende associate a livello mondiale rassicura pienamente sul fatto che si potranno sempre eseguire interventi di manutenzione su un impianto Konnex esistente o realizzarne qualunque tipo di ampliamento, con la garanzia di una compatibilità al 100% con quanto già installato.

 

Domoti-Care progetta e realizza impianti domotici KNX, sistemi antintrusione, impianti di videosorveglianza, soluzioni di controllo accessi.

Il nostro supervisore domotico, grazie anche al controllo vocale di Google Home, rende le nostre case domotiche ideali anche per le persone disabili e anziane.​

Iscriviti alla Newsletter

Ho letto e accetto i termini del servizio e l'informativa sulla privacy

Supporto

Social

Domoti-Care © · Via VIII Marzo 4/B · S. Martino Siccomario (PV) · Tel. 0382 572844 · info@domoti-care.it · P.IVA 02532380181